Chiesa di Gesù e Maria

0
299

Il complesso della chiesa di Gesù e di Maria, che originariamente occupava un lungo tratto dell’omonima via, risale a un cantiere seicentesco ad opera dei Gesuiti. La chiesa, di stampo neo-rinascimentale e barocco, custodisce un patrimonio artistico di immenso valore, tra cui, i quadri del De Matteis e del Giordano, esponenti dell’ alta scuola napoletana di fama internazionale, e addirittura la macchina da esposizione eucaristica più antica e meglio conservata al giorno d’oggi. Il soffitto è affrescato con una tecnica in 3D, cioè con figure sporgenti e che invadono la cornice del dipinto, il cui tema rappresenta forse un unicum per le chiese stabiesi: il momento della caduta degli angeli e della cacciata all’inferno, di assoluta dinamicità e tragicità, che cattura lo spettatore e lo lascia sospeso tra meraviglia ed illusione.
Oggigiorno, mentre la chiesa è aperta al pubblico, la speranza è di poter rendere visitabile anche la meravigliosa biblioteca del clero annessa al monumento, una vera e propria perla nascosta della città di Castellammare. Importantissimi reperti sono quelli custoditi nella sala: libri di patristica quattrocenteschi, le raccolte di preghiere dei Borbone, tetragrammi settecenteschi nonché la più grande raccolta degli scritti dannunziani. È questo il sogno del signor Antonio di Maio, responsabile della sala e grande amante della cultura tra quegli scaffali, che, negli ultimi anni, ha portato a compimento una serie di progetti per valorizzare la biblioteca, come l’apertura di aule studio per universitari, un Caf, il “Libro Sospeso” e altre attività a favore dei giovani stabiesi.


La tradizione non consiste nel conservare le ceneri ma nel mantenere viva una fiamma.

Giorni e orari d’apertura della chiesa:

  • Lunedì:09:30-12:15
  • Mercoledì:09:30-12:15
  • Sabato:09:30-12:15
  • Domenica: 9:30-12:15 (ore 10:30 messa in latino)

Pentanous

classe 4 CG anno 2018/2109